Le lingue per Tolkien: molto più di un hobby!

Oggi sulla vetrina di wikipedia trovate esposta la voce “Quenya”, riguardante una delle più famose lingue create da J. R. R. Tolkien. La ripropongo in parte qui invitandovi ad approfondire l’argomento molto interessante. Aggiungo solo che il creare lingue riferibile al nostro autore preferito non fu solo un esercizio di stile o un hobby. Il codificare un sistema linguistico e fonetico era funzionale all’operazione che il professore portò avanti per tutta la vita nel cercare di creare un grande ciclo di saghe su modello dei cicli nordici, che egli sapientemente usò per creare le proprie opere ed i propri personaggi. Tolkien dovette inventare delle lingue appositamente per i propri racconti perchè la fonetica e il modo di “dire le cose” non era estraneo al “narrare sapienziale” dell’autore, che in questo rispecchia l’operazione fatta dal mito o dai redattori biblici, ma anche da motlissimi altri autori lungo la storia dell’umanità. Tutti questi sembrano motivi validi per conoscere meglio le lingue e gli idiomi tolkieniani.   

Qui di seguito la voce di wikipedia

« Elen síla lúmenn’omentielvo » « Una stella brilla sull’ora del nostro incontro »
(J.R.R. Tolkien, Il Signore degli Anelli, La Compagnia dell’Anello, Libro I, Capitolo III, p. 119)

Il quenya (IPA: /ˈkʷɛnja/)[1] è una lingua artificiale di Arda, l’universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J.R.R. Tolkien. Denominato qenya fino alla seconda metà degli anni quaranta,[2] venne sviluppato ininterrottamente a partire dal 1912 fino alla morte del suo creatore.

Parlato dalle razze elfiche dei Noldor e dei Vanyar, che raggiunsero Valinor e poi migrarono verso la Terra di Mezzo, il quenya è un idioma fittizio ma grammaticalmente e storicamente realistico. Originario di Aman, sarebbe poi stato sviluppato dagli Eldar sulla base di una lingua precedente, denominata eldarin comune, mantenendo ancora tutte le caratteristiche principali del primo linguaggio elfico.[3]

Quest’idioma, come gli altri linguaggi ideati da Tolkien, è il risultato di processi linguistici “graduali” comuni a tutte le lingue elfiche, con le quali infatti condivide buona parte del lessico, della grammatica e della fonologia.[4] All’interno di Arda questa lingua, nonostante la sua “fama” di lingua letteraria,[5] venne presto soppiantata dal Sindarin, rimanendo in uso solo presso i più colti o come lingua scritta.[6]

Essendo stata creata puramente per scopi artistici, questa lingua non ha tuttora regolazioni ufficiali, nonostante ci siano molte fonti e siti considerati autorevoli dagli esperti e dagli appassionati della lingua. Tuttavia buona parte del lavoro svolto da Tolkien è inedito.

Da un punto di vista grammaticale la lingua ha un complesso sistema flessivo, basato principalmente sul finlandese,[7] e un gran numero di affissi e prefissi. Da un punto di vista fonetico, invece, la lingua è molto simile al latino e alle lingue romanze, in particolare spagnolo e italiano.[8]

Qui la voce completa di wikipedia

 

Pubblicato il maggio 6, 2013, in Guide, lingue con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

The Flame Imperishable

A blog about Tolkien, St. Thomas, and other purveyors of the Philosophia Perennis.

Notes & Commentaries

"Lange sceal leornian se þe læran sceal." - Homilies of Ælfric

Racconti della Controra

Rebecca Lena Stories

The Corner Of Culture

Raising the standards of the 21st Century

Calvin's Book Block

4TH avenue, book street

Italia, io ci sono.

Diamo il giusto peso alla nostra Cultura!

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel

Tales from the Cards

A Lord of the Rings LCG Blog

FarOVale

Hearts on Earth

Yggdrasil

folklore, fiabe, miti, storia, alchimia, magia

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: